Le more, questo frutto della famiglia delle rosacee piuttosto sottovalutato e per questo poco presente sulle nostre tavole, nasconde dietro il suo gusto dolce-acidulo tantissimi benefici. Diuretiche, dissetanti e depurative, le more, come tutti i frutti di bosco contengono antocianine e flavonoidi, due potenti antiossidanti…

Il segreto per mangiare more gustose? Sceglietele ben mature!

Ma andiamo a vedere e a conoscere questo straordinario frutto da vicino.. Cosa lo rende tanto speciale?

Ideali durante la gravidanza!

Le more contendono infatti tanto acido folico e aiutano a regolare i livelli di omocisteina. Durante i primi mesi di gravidanza infatti, la carenza di acido folico e un’elevata quantità di omocisteina, possono causare gravi danni al feto.

Addio problemi all’intestino…

Le more sono piuttosto ricche di fibra e diventano quindi un comodo alleato per l’intestino, ostacolando i disturbi legati alla stitichezza.

Prevengono i problemi cardiovascolari

Questo frutto depura in profondità il nostro organismo, arrivando fino alle arterie, mantenendole pulite e limitando così i problemi relativi all’apparato cardiovascolare, riducendo il colesterolo.

Antinfiammatorie e antibatteriche

I polofenoli presenti nelle more riducono in modo naturale e senza gli effetti collaterali tipici dei farmaci, le infiammazioni, proteggendo il nostro organismo. Inoltre, pare che il loro consumo annienti le cellule infette dai batteri mantenendo intatte quelle sane, riducendo così il rischio di tumori.

More biologiche e dove trovarle?

Essendo un frutto facilmente deteriorabile, difficilmente le more si trovano in commercio e non è nemmeno uno dei frutti più economici visto che la raccolta viene fatta a mano, mora dopo mora… Dove trovarle? Ovviamente al Camp! Dalla metà di luglio fino a fine agosto le more tingono di colore viola le nostre piante, ottime da mangiare una ad una, ma ideali per fare grappe, liquori, succhi e marmellata di more!

Le radici della cultura sono amare, ma i frutti sono dolci.
(Aristotele)